Descrizione del progetto

A febbraio 2020 abbiamo avviato un nuovo progetto dal titolo “YES -Youth Empowerment Support for Muslim communities” co-finanziato dal Fondo REC-Diritti, Uguaglianza e Cittadinanza dell’Unione Europea con l’obiettivo di aumentare la resilienza delle comunità musulmane per contrastare l’islamofobia.

Il progetto, della durata di 18 mesi, è sviluppato in partenariato con l’associazione Progetto Aisha e la Fondazione L’Albero della Vita (capofila) e coinvolge anche altri attori del settore pubblico, privato, profit e no-profit principalmente in Italia.

Il presupposto del progetto è che i giovani possono svolgere un ruolo attivo nella comprensione dei problemi dei membri vulnerabili della comunità.

Gli obiettivi previsti dal progetto sono:

  • 1) Sensibilizzare e coinvolgere i giovani nella lotta contro l’islamofobia;
  • 2) Fornire ai giovani competenze e strumenti efficaci in Italia e in Europa;
  • 3) Scambiare esperienze e buone pratiche tra i giovani a livello europeo.

I Contributi del progetto sono:

Il primo contributo rilevante del progetto YES è mettere in luce a Milano, in Italia e in Europa il fenomeno dell’islamofobia. Senza una grande consapevolezza della società civile, nessun tentativo di aumentare l’integrazione, il reporting e l’applicazione della legge può essere realizzato. La partnership ha lo scopo di creare un ambiente favorevole per la promozione della “diversità culturale” e per ridurre la diffusione degli stereotipi.

Il secondo contributo rilevante del progetto YES è dotare i giovani di mezzi efficaci per sfidare l’islamofobia. I giovani diventano proattivi e intraprendono azioni locali appropriate contro chi perpetra l’islamofobia e a supporto di chi è vittima dell’islamofobia. Prevenire i fattori di rischio e promuovere i fattori protettivi per le comunità è sicuramente una soluzione per mitigare il problema principale che le comunità musulmane affrontano attualmente.

Il terzo contributo rilevante di YES è lavorare per soluzioni replicabili a livello europeo. Attraverso lo scambio di esperienze e buone pratiche, i giovani sono coinvolti nella costruzione di una società europea coesa. Infine, in futuro arriveranno sicuramente nuovi progetti, pianificati dai partner del progetto e da tutte le parti interessate, creando nuove opportunità per costruire un’Europa più inclusiva.

CHILDREN SAFEGUARDING STANDARDS

The above Children Safeguarding Standards is countersigned by all the YES project’s partners

Youth is the main target group of the YES project, every partner in the consortium has the responsibility to ensure that every partner has incorporated safeguarding policies into their policies and actions.

All the partners of the YES project agreed to a commitment to keep children safe. All the partners are aware of the importance of Child Safeguarding Standards and partners support each other to achieve compliance and competence around child safeguarding, including the provision or exchange of resources.

The Children Safeguarding Standards herein adopted are in line with the UN Child Rights Convention and they have elaborated on the base of FADV’s Child Protection Policy and on the Child Safeguarding Standards and how to implement them elaborated by Keeping Children Safe[1].

In regards to project activities, three aspects are considered in the Children Safeguarding Standards:

· Reducing the risk of harm by staff, volunteers and associates

· Running safe events and activities for children

· Ensuring good practice when using the media