Progetto promosso dall’associazione culturale Le Réseau

 

Come nasce
L’associazione Le Réseau lavora da anni a Parma nella creazione di eventi in ambito culturale e interculturale. Partendo da tematiche riguardanti il continente africano e valorizzando le risorse degli africani presenti sul territorio provinciale e nazionale, ha sviluppato una solida e variegata rete di relazioni e contatti. Da quattordici anni organizza il festival Ottobre Africano in diverse città italiane.

 

L’Ottobre Africano nasce nel 2002 come l’obiettivo di:

  • Dare luogo ad una serie di eventi che non solo portino dentro di sé le realtà e le culture africane presenti sul territorio italiano, ma che siano anche capaci di dar vita ad appuntamenti congiunti che incorporino nel festival la cultura del paese di accoglienza.
  • Contribuire a dare forma a quello che deve essere il futuro dell’Italia: creare iniziative puntuali e permanenti per promuovere una società ricca della mescolanza tra le culture altre e la cultura italiana; promuovere la conoscenza della cultura/e africana/e per facilitare l’accoglienza delle persone che provengono dal cosiddetto continente nero; portare gli immigrati africani (e non solo) a partecipare alla vita culturale, sociale e anche politica della società dove vivono adesso.
  • Dare visibilità e l’opportunità di rendersi protagonisti, alle “seconde generazioni”; alimentare il dibattito attorno alla cittadinanza.

 

In 14 anni, la festival Ottobre Africano è diventato uno degli eventi maggiori dell’Italia.

Settimana della Cultura Italiana in Burkina Faso

Partendo dall’esperienza dell’Ottobre Africano, l’associazione le Réseau vuole organizzare nel mese di febbraio il primo incontro di cultura italiana a Ouagadougou presso la sua antenna in Burkina Faso. L’evento inaugurerà la sede di quello che sarà il Circolo di Cultura Italiana a Ouagadougou. L’idea è di promuovere una settimana della cultura italiana a Ouagadougou. Durante questa settimana si organizzeranno incontri, presentazione di libri, proiezioni di film, assaggio di cibi e vini Italiani. Qui troveranno spazio di parola tutte le realtà, associazioni, ONG, imprese italiane che  operano in Burkina Faso.

 

La settimana di cultura italiana vuole inoltre promuovere nel futuro una fiera mercato, in collaborazione con il ministero della Cultura e il ministero del Commercio del Burkina Faso e con il patrocinio non solo dell’ambasciata del Burkina Faso in Italia ma anche di quella italiana in Burkina Faso con sede ad Abidjan in Costa D’Avorio.

 

La Settimana di cultura Italiana avrà anche come scopo di concretizzare gli scambi avuti sul piano culturale (e sociale) tra italiani e Africani in un’amicizia, un flusso di scambio tra uno dei paesi di provenienza degli immigrati, il Burkina Faso, e l’Italia attraverso l’inaugurazione di un Circolo di cultura italiana a Ouagadougou (Burkina Faso).

Questo evento non avrebbe solo un carattere puntuale, avrebbe al contrario gli obiettivi seguenti:

  • iniziare, consolidare e rendere visibili quegli apporti già esistenti tra la forte diaspora burkinabè in Italia e il paese d’origine. Sono infatti numerose le realizzazioni comunitarie (strutture sanitarie, educative e altri servizi pubblici) a Beguedo e Niagho e in altre località del Burkina, numerosi gli investimenti economici già realizzati (servizi, lavori pubblici, alta tecnologia e commercio) e sarebbe giusto render loro omaggio per incoraggiarne la pratica.
  • valorizzare la cultura italiana in Burkina Faso per rafforzare il legame che esiste tra l’Italia e questo paese di provenienza di molti immigrati. È noto che in Burkina operano molte organizzazioni italiane: Ong, realtà cattoliche e non che gestiscono ospedali con medici italiani, associazioni e privati che lavorano sul territorio burkinabé a vario titolo, compresi locali, pizzerie e ristoranti di cucina italiana. Numerosi sono gli studenti burkinabé che studiano nelle università italiane mentre molti ragazzi italiani vengono in Burkina per conoscere la cultura del Paese, partecipare al FesPaCO (festival panafricano di cinema a Ouagadougou, conosciuto a livello internazionale e il più importante per il continente) oppure imparare a suonare strumenti musicali come il djembé, la kora, farsi insegnare le danze africane, conoscere i burkinabé e il loro modo di vivere .

 

Circolo di Cultura Italiana a Ouagadougou

L’associazione Le Réseau attraverso il Circolo di Cultura Italiana a Ouagadougou intende costruire un ponte d’amicizia tra i due Paesi nonché facilitare le relazioni sia sul piano della cooperazione allo sviluppo, che della cultura, dei rapporti economici e universitari, proponendosi come un referente locale di eccezione.

Una volta concluso l’evento inaugurale, il circolo continuerebbe a svolgere un lavoro importante ospitando documentazione e offrendo:

  • formazione e informazioni (borse di studio offerte dal Governo Italiano nel quadro della cooperazione culturale e scientifica, corsi di lingua e cultura italiana, consultazione di libri, testi, documenti video, musica ecc)
  • uno spazio di accoglienza (Guest house) per gli Italiani e/o europei che vorranno andare in Burkina Faso per un breve periodo.

Il  circolo di cultura italiana si renderà partner delle più importanti istituzioni culturali del Burkina Faso (come il Festival Panafricano di Cinema Africano – FesPaCO, il Salone Internazionale dell’Artigianato di Ouagadougou-SIAO)….), nelle diverse manifestazioni e eventi culturali organizzati durante tutto l’anno per parlare e far parlare dell’Italia in Burkina Faso ma anche del Burkina Faso in Italia.

Tramite il circolo si attiveranno degli scambi tra le scuole e i centri aggregativi italiani e le scuole e  i centri socioculturali burkinabè. Questi scambi aiuteranno a fare conoscere l’Italia ai giovani e adolescenti del Burkina Faso e il Burkina Faso agli allievi italiani al fine di educare le giovani generazioni allo scambio, all’amicizia e all’uguaglianza tra i popoli, alla solidarietà e al rispetto.

Infine il circolo attiverà dei laboratori di cucina italiana, momenti di assaggi e conoscenza dei prodotti agro-alimentari dell’Emilia Romagna (Vino, formaggi, prosciutti, salami,….) tutto l’anno in collaborazione con i simpatizzanti italiani dell’associazione Le Réseau a Ouagadougou.